Viva Italia

Informazione libera e indipendente

A Milano è show Fip Gold. E ora Roma pensa al World Padel Tour

Dopo il boom milanese del nuovo torneo, possibile una nuova tappa del Wpt in Italia nel 2022: la capitale in pole. È un momento d’oro per il nostro movimento

Spagna e Argentina sono più in là, ancora irraggiungibili, ma l’Italia galoppa veloce verso l’élite del padel. Non solo i campi che spuntano come funghi e gli amatori che crescono ovunque, da nord a sud: è nei tornei internazionali che cresce l’influenza italiana. Il prossimo passo sarà il raddoppio del World Padel Tour, la Champions League di questo gioco, il circuito su cui si esibiscono i migliori artisti della “pala”, la racchetta del padel. Se da due anni una tappa a fine estate si gioca a Cagliari, dal 2022 si punta al bis. E in pole c’è Roma, la città da cui è partito il movimento italiano: la location del Foro Italico ben si presta a eventi del genere. In attesa di entrare nei dettagli, ci si gode certi numeri rotondi: siamo arrivati a 4mila campi sul territorio nazionale e il boom non sembra fermarsi. Accompagnato anche dalla gloria televisiva: Sky Sport continua, infatti, a trasmettere con crescente successo la stagione del Wpt che orma si avvia alla conclusione. In questa settimana via all’Open di Svezia a Malmoe, la città di Ibra, uno dei tanti campioni innamorati del padel: questa terza tappa fuori dalla Spagna (dopo Cagliari e Cascais) si giocherà in un’arena da circa 15.000 posti che in tempi di covid consentirà una capienza di circa 6.000 persone. Dopo il Master di Buenos Aires e l’Open del Messico, dal 16 al 19 dicembre l’ultimo appuntamento a Madrid, il Masters Final con la sfida tra le migliori 8 coppie della stagione.

Il boom

—  

Non solo Roma, anche Milano ha avuto il suo palcoscenico prestigioso, in attesa di avere anche lei una tappa Wpt in un futuro che non sembra poi troppo lontano. Domenica si è concluso il “Fip Gold Milan”, evento di altissimo livello nella categoria Fip Gold, la più importante del “Cupra Fip Tour”, il circuito di riferimento della Federazione internazionale padel per i giocatori e le federazioni dei cinque continenti. In Piazza Città di Lombardia, nella struttura coperta più grande d’Europa (superficie di 4.000 mq, con una volta hi-tech di 32 metri di altezza), hanno combattuto 95 coppie di 12 nazioni. A vincere, come spesso capita, gli spagnoli: tra gli uomini la coppia formata da Iván Ramírez del Campo e Alex Arroyo Albert, tra le donne Barbara Lash Heras e Verónica Virseda Sánchez. Hanno strappato i quarti le “nostre” Chiara Pappacena e Giorgia Marchetti, migliori azzurre a Milano, mentre i riflettori continuano a essere puntati su Roberta Vinci (in coppia con Giulia Sussarello), che ha ormai fatto il salto triplo dal tennis al padel: l’ex numero 7 del ranking Wta e finalista allo Us Open 2015 proverà adesso a scalare le qualificazioni del World Padel Tour? Nell’attesa, ci si può consolare con un altro evento da segnare in rosso: la XV edizione dei Campionati del Mondo, dal 15 al 20 novembre in Qatar. Ecco un altro momento solenne per misurare la crescita delle “pale” tricolori .

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *