Viva Italia

Informazione libera e indipendente

62 anni fa nasceva Erhard Loretan | MountainBlogMountainBlog | The Outdoor Lifestyle Journal

Erhard Loretan. Fonte: sac-cas.ch

Fu il terzo scalatore dopo Reinhold Messner e Jerzy Kukuczka, a completare tutte le 14 vette di oltre 8000 metri

Nato  il 28 aprile 1959, l’alpinista svizzero Erhard Loretan, scalò il Nanga Parbat (1982), Gasherbrum II, Gasherbrum I e Broad Peak (1983) in 13 giorni, Manaslu e Annapurna I (1984), K2 e Dhaulagiri I (1985), Everest (1986), Cho Oyu e Shisha Pangma Central-Peak (1990), Makalu (1991), Lhotse (1994) e Shisha Pangma e Kangchenjunga (1995).

La salita del Monte Everest del 1986 di Loretan, realizzata in sole 40 ore, senza ossigeno supplementare e in notturna, sbalordì la comunità alpinistica.

Fu il terzo scalatore dopo Reinhold Messner e Jerzy Kukuczka, a completare tutte le 14 vette di oltre 8000 metri e il secondo, dopo Messner, a salirli senza l’ausilio di ossigeno supplementare.

Morì sulle Alpi, nel 2011, nel giorno del suo 52esimo compleanno.

Breve biografia

Erhard Loretan. Fonte: sac-cas.ch

Loretan, nativo del cantone svizzero di Friburgo, inizia a scalare all’età di 11 anni.

Compie la sua prima spedizione nelle Ande nel 1980. Nel 1982 scala il suo primo Ottomila,  il difficile Nanga Parbat (Pakistan). Nel 1986 realizza una eccezionale scalata dell’Everest salendo in sole 40 ore, senza ossigeno supplementare e in notturna. Nel 1995, all’età di 36 anni, diventa il terzo uomo a completare tutti i 14 Ottomila e il secondo, dopo Reinhold Messner, a salirli senza l’ausilio di ossigeno supplementare.

Il 23 dicembre del 2001 causa involontariamente la morte del figlio Ewan di 7 mesi, scuotendolo per qualche istante. Viene condannato il 12 febbraio 2003 a 4 mesi con la condizionale.Il caso fece scalpore in Svizzera. Loretan, il terzo uomo a scalare tutte e 14 le montagne oltre gli 8.000 metri, era ammirato in tutto il mondo, non solo per le sue imprese alpinistiche ma per la sua modestia e integrità. Dopo la morte di Ewan si ritirò ma la sua relazione con Xenia Minder gli ridiede entusiasmo per la vita.

Il 28 aprile 2011, giorno del suo 52esimo compleanno, Loretan muore in un incidente durante l’ascensione del Grünhorn (4.043 m), nelle Alpi Bernesi, precipitando per oltre 200 metri, evento che destò molta perplessità nell’ambiente. Come poteva un alpinista del suo calibro, colui che aveva scalato la parete nord dell’Everest senza ossigeno supplementare, perire su una modesta cima alpina da lui affrontata molte volte? All’epoca si disse che Loretan, anche guida alpina, stesse scalando con un cliente  38enne di Berna (di cui non fu subito reso noto il nome) che riportò gravi ferite. Successivamente si seppe che Loretan stava scalando con la compagna Xenia Minder.

In un commovente racconto dell’incidente pubblicato sul quotidiano svizzero Le Temps,  Minder rivelò che fu lei a scivolare e la corda legata tra loro trascinò  Loretan giù dalla montagna.  “Nessuno mi ha incolpato per la morte di Erhard” – disse Xenia . “Ma da quando è scomparso, vivo un senso di vuoto completo  insieme al senso di colpa.”. Approfondimento

Fonte: mountainblog.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *